Economia

Tutto quello che c’è da sapere prima di investire in Borsa

Tutto quello che c’è da sapere prima di investire in Borsa

Prima di procedere con il fare un investimento in Borsa è importante conoscere le basi del mondo della finanza e del trading, così da avere le idee chiare su cosa fare e come procedere.

A tal proposito, prima di entrare nel vivo del discorso, è importante andare a sottolineare che, nel momento in cui si parla di quotazioni e indici si devono avere le idee chiare, così da sapere in che modo andare ad agire nel momento in cui si desidera investire.

Ecco, quindi, che è utile sapere a cosa ci si riferisce nel momento in cui si dichiara che indice ha chiuso al rialzo o al ribasso. In questi specifici casi, quindi, si prendono in esame quelle che sono le performance dei vari titoli che sono inseriti nei principali indici.

Gli indici della Borsa Italiana

Vediamo, quindi, quali sono gli indici principali della nostra Borsa Italiana.

Il primo da prendere in considerazione è l’indice FTSE MIB, che sta per Financial Time Stock Exchange Milano Indice di Borsa. Questo è il più importante di tutti dato che racchiude in sé quelle che sono le maggiori aziende di tutti i settori. L’indice in questione è nato nel 2009 e da allora è il principale tra tutti gli altri.

Di sicuro, però, non è l’unico. Altro indice molto importante è FTSE Italia Mid Cap. Questo è nato nel 1994 e racchiude le prime 60 società per capitalizzazione che non vengono incluse nel FTSE MIB. Si tratta di una lista che viene costantemente aggiornata (con cadenza trimestrale). A seguire, c’è l’indice FTSE Italia STAR, che sta per Segmento Titoli con Alti Requisiti. Nell’indice in questione sono racchiuse 70 società per azioni di medie dimensioni, che hanno una capitalizzazione entro 1 miliardo di euro. Queste vengono scelte sulla base di taluni standard qualitativi e quantitativi. Si deve segnalare l’indice FTSE Italia Small Cap che include 125 piccole aziende quotate. L’indice FTSE Italia All-Share sostituisce, a partire dal 2009, il vecchio MIBTEL e racchiude tutti gli altri titoli rimasti fuori dalle categorie di cui sopra.

Alla luce di quanto specificato, è importante andare a conoscere quelli che sono i processi che muovono la Borsa ed è solo così che si potranno fare degli investimenti effettivamente validi e redditizi. Altrimenti si va incontro a dei rischi di non poco conto, come quello di vedere volatilizzato il proprio capitale riservato a quelli che sono gli investimenti.

Un sito come www.investireinborsa.org riesce, invece, a fornire un valido aiuto per impedire che quanto sopra detto accada. In questo modo, consultando quelli che sono i suggerimenti e le dritte degli esperti del settore, sarà molto semplice avere le idee chiare per mettere a punto una strategia di investimenti che riesca a essere proficua. Investire in Borsa, lo ripetiamo, non è semplice come potrebbe sembrare a primo acchito ed è proprio per questo motivo che si consiglia di consultare dei siti specializzati, pieni di consigli di esperti e di nozioni utili al fine di piazzare i migliori investimenti possibili.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *