Lavoro

Contratto nazionale del turismo: ecco cosa prevede la legge su apprendisti, stagionali, ferie e straordinari

Contratto nazionale del turismo: ecco cosa prevede la legge su apprendisti, stagionali, ferie e straordinari

 Il contratto nazionale per i dipendenti nel settore turistico è stato redatto e poi approvato nel 2014 e da allora regola vari aspetti tra cui quello della retribuzione dei lavoratori. Si tratta di un documento enorme, oltre 200 pagine, che chiariscono moltissimi aspetti: dal lavoro notturno al lavoro dei minori, dagli straordinari, al riposo giornaliero, dal lavoro a chiamata agli straordinari, dalla formazione al periodo di prova e non solo.

Tra gli obiettivi del documento contribuire alla ripresa dei consumi, sia attraverso un adeguamento delle retribuzioni, sia attraverso un alleggerimento degli oneri sulla busta paga dei lavoratori, sostenere lo sviluppo d’impresa nonché la permanenza ed il miglioramento delle lavoratrici e dei lavoratori minacciati dalle disparità, anche di genere, e a maggior rischio di esclusione dal mercato del lavoro, contribuire allo sviluppo delle risorse umane delle imprese interessate da interventi di innovazione organizzativa, di processo, di prodotto e/o da un processo di internazionalizzazione; innovare i sistemi di competenze e le prassi formative a livello settoriale e territoriale anche con attenzione a metodologie didattiche attive, favorire l’acquisizione di competenze necessarie all’imprenditorialità e migliorare i livelli di salubrità, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, promuovendo iniziative formative per i lavoratori e le imprese.

Un adeguamento importante, per quanto riguarda la retribuzione, è quello relativo alle festività: il contratto di nazionale del turismo ha infatti ribadito, al proposito, che le festività da pagare in maniera maggiorata siano 11: Festa del Lavoro (1 maggio), Festa della Repubblica ( 2 giugno), Capodanno, Epifania, Natale, Santo Stefano, Lunedì di Pasqua, Ferragosto, Ognissanti, Immacolata Concezione e il Patrono della Città.

Per effetto di quanto sopra nessuna detrazione dovrà essere fatta sulle normali retribuzioni in caso di mancata prestazione di lavoro nelle suindicate festività.  A tutto il personale assente nelle giornate di festività, per riposo settimanale, per malattia, infortunio, dovrà essere corrisposta una giornata di retribuzione contrattuale senza alcuna maggiorazione. Per le festività cadenti nel periodo di assenza obbligatoria per gravidanza e puerperio la lavoratrice ha diritto ad una indennità integrativa di quella a carico dell’INPS da corrispondersi a carico del datore di lavoro.

Nuove e più rigide normative riguardano anche la retribuzione per gli apprendisti: innanzitutto non potranno fare straordinari in virtù nell’inesperienza lavorativa, in secondo luogo la paga aumenta con l’acquisizione delle competenze. Si comincia con un 60% rispetto allo stipendio del livello di destinazione i primi 12 mesi, per salire poi ad un 70% dal 13° al 24° mese, e così via fino al 90° al sessantesimo mese.

Disposizioni, queste, arrivate per contrastare il fenomeno in base al quale sempre più attività assumevano personale senza mai elevarlo alla regolare retribuzione neppure dopo il raggiungimento dell’esperienza necessaria. Essendo un settore, quello turistico, sui generis rispetto alle altre attività, il contratto nazionale ha previsto anche particolari assunzioni a tempo determinato in casi straordinari. Le proroghe sono ammesse, fino ad un massimo di cinque volte, nell’arco dei complessivi trentasei mesi, indipendentemente dal numero dei rinnovi, a condizione che si riferiscano alla stessa attività lavorativa per la quale il contratto è stato stipulato a tempo determinato.

Insomma, il documento in questione si tratta di un ottimo strumento per contrastare diverse piaghe del settore come il lavoro in nero, lo sfruttamento, il demansionamento ecc. Conoscerne i punti principali rappresenta inoltre un’adeguata arma per ottenere la retribuzione prevista dalla legge.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code