Lavoro

Formazione Ivass per consulenti assicurativi: chi può farla?

Formazione Ivass per consulenti assicurativi: chi può farla?

Per poter assolvere gli obblighi formativi previsti dall’Ivass è fondamentale che la Formazione Ivass per consulenti assicurativi sia impartita da soggetti regolarmente autorizzati a tale scopo. Ma chi sono? E quali sono le caratteristiche devono garantire?

A sancirlo è l’art. 87 del Regolamento Ivass n. 40/2018, che individua quali siano i soggetti che possono impartire direttamente o indirettamente i corsi di formazione e di aggiornamento, o possono comunque organizzarli.

Ebbene, come ci rammenta il portale www.ivassconsobacademy.it, possono impartire la formazione in questione due categorie di operatori:

  • le imprese e gli intermediari che risultano essere iscritti nelle sezioni A, B o D del RUI, per i relativi collaboratori iscritti nella sezione E;
  • le imprese, per i produttori diretti, per gli intermediari a titolo accessorio da iscrivere o iscritti nella sezione F del Registro, per i dipendenti di imprese direttamente coinvolti nell’attività di distribuzione, per gli addetti dei call center delle imprese e – ma solamente per i corsi di aggiornamento – per le persone fisiche iscritte nelle sezioni A o B del RUI.

A loro volta, il Regolamento sancisce che le imprese e gli intermediari che sono iscritti nelle sezioni A, B e D di cui sopra, possono scegliere se impartire direttamente i corsi di formazione e di aggiornamento, o se invece organizzarli delegando però ai soggetti di cui all’art. 96 co. 1 e 2 del Regolamento n. 40/2018 la loro effettuazione.

Evidentemente, si tratta di una scelta non marginale. Il fatto che il Regolamento, infatti, indichi che queste imprese possono effettuare la formazione e gli aggiornamenti in maniera diretta, significa sostanzialmente che queste imprese possono compiere tutte le attività necessarie per poter progettare e realizzare i corsi, in alternativa all’esternalizzazione dell’attività a soggetti formatori.

Per poter comprendere meglio che cosa significhi, si può altresì rammentare come le tematiche che finiscono con l’essere oggetto di corsi sono talmente numerose e diversificate che è molto difficile che le imprese possano avere al proprio interno tutte le competenze da dedicare a tale fine.

È anche per questo motivo che l’Ivass ammette che, pur rientrando nella modalità di organizzazione e svolgimento diretto dei corsi, le imprese e gli intermediari possano comunque avvalersi, almeno in parte, di docenti interni o esterni, pur in possesso dei requisiti fissati dall’art. 96, comma 3, o ancora di materiale didattico che sia stato predisposto da soggetti terzi, da enti formatori o da docenti, inclusi i relativi test.

Anche in queste ipotesi, precisiamo, i corsi di formazione e i corsi di aggiornamento si intendono erogati dalle imprese e dagli intermediari che ne assumono la responsabilità con i conseguenti adempimenti connessi, come per esempio avviene nell’ipotesi di svolgimento della verifica finale.

L’attestato dovrà indicare comunque quale sia l’impresa o l’intermediario che ha organizzato il corso, oltre al responsabile della struttura che ha effettuato il corso di formazione e di aggiornamento, e i nominativi dei docenti e degli altri soggetti che hanno contribuito a predisporre la documentazione e il materiale didattico, e infine i test.

Concludiamo sottolineando come la formazione iniziale e l’aggiornamento si intendano effettuati solamente dopo lo svolgimento di un test di verifica delle conoscenze acquisite. Dunque, non è sufficiente – ai fini della normativa Ivass in materia di formazione e di aggiornamento per consulenti assicurativi, limitarsi alla partecipazione a eventi come congressi, convegni, seminari, workship e altri appuntamenti. Pur utili, questi eventi non possono infatti rilevare in via generale ai fini dell’adempimento degli obblighi imposti dalla disciplina regolamentare Ivass.

Per poter disporre di maggiore informazioni invitiamo tutti i soggetti interessati a consultare il sito internet sopra indicato, aggiornato con tutte le ultime novità in materia.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *