Lavoro

Nasce Workplace, la piattaforma di Facebook dedicata al lavoro

Nasce Workplace, la piattaforma di Facebook dedicata al lavoro

“Connettere tutti nella vostra azienda e trasformare le idee in azioni con gruppi di discussione, un News Feed personalizzato, chiamate audio e video, si può lavorare insieme e fare di più”: è con queste parole che Facebook lancia ufficialmente Workplace, la nuovissima piattaforma dedicata al mondo del lavoro e alle aziende di cui tanto si è parlato con voci e indiscrezioni già nelle scorse settimane.

L’innovativo sistema di comunicazione condiviso, disponibile ovviamente sotto forma di app per dispositivi mobili, lancia apertamente la sua sfida a LinkedIn e a tutti quei sistemi di condivisione del lavoro come Yammer di Microsoft e Slack. Facebook scende così in campo su nuovi fronti, ma lo fa con una formula completamente diversa dal solito: Worklace è infatti il primo servizio a pagamento del social network,  il cui modello di business finora si è sempre fondato sulla pubblicità.

Facebook Workplace è disponibile già da ora “per ogni organizzazione che voglia accedervi”, spiegano in una nota i responsabili del progetto. “Abbiamo lanciato la versione beta che conta più di 1.000 organizzazioni che la utilizzano in tutto il mondo, in ogni continente ad eccezione dell’Antartide, e più di 100.000 gruppi già attivi”.

Nel frattempo arrivano già i primi dati. I cinque paesi che utilizzano maggiormente la piattaforma professionale di Facebook sono India, Norvegia, Stati Uniti, Regno Unito e Francia, dove fin subito, con la versione beta, le aziende hanno dimostrato grande interesse per le funzionalità di Workplace. Secondo la società californiana il sistema “colma un gap cruciale nel mercato per chi non lavora in ufficio o alla scrivania. Si tratta di lavoratori del commercio al dettaglio, equipaggi delle navi, baristi, i quali non avevano accesso agli strumenti di lavoro tradizionali”.

Andando un po’ più nel dettaglio, possiamo notare che tra le funzioni di Workplace ci sono, tra le altre, i Gruppi Multi-aziendali, la traduzione automatica, i Trending post e numerosi filtri di Ricerca. In particolare i primi, sono gruppi condivisi che consentono ai dipendenti di organizzazioni diverse di poter lavorare insieme, a patto di far parte di Facebook Workplace. Si viene così a creare un network tra aziende, che collaborando e restando in contatto diretto lavorano per ottenere vantaggi comuni.

La piattaforma prevede un sistema di tariffe mensili per utente attivo, consentendo così alle aziende di pagare solo per quello che effettivamente utilizzano. Più utenti attivi avrà un’organizzazione, meno pagherà per ognuno di questi.

2 Comments

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code