Lavoro

Quando il rapporto tra capo e dipendente diventa insostenibile

Quando il rapporto tra capo e dipendente diventa insostenibile

Il rapporto tra capo e dipendente è uno dei pilastri dell’azienda

Le realtà aziendali sono sempre in evoluzione e uno dei fattori determinanti di questo cambiamento sono i rapporti che intercorrono tra le figure al loro interno.

In un’azienda il rapporto tra capo e dipendente marca e regola il clima che si respira sul posto di lavoro. Il tipo di relazione che si crea è ciò che può far avanzare l’impresa o che ne fermerà la crescita.

Il rapporto tra datore di lavoro e dipendente è basato sulla collaborazione, sulla sincerità e sulla fiducia. Quando questi fondamenti vengono a mancare, l’azienda può soffrire di problemi interni, conflitti e invidie, sino ad arrivare sino ad episodi di mobbing.. La soluzione per risanare ambienti disequilibrati come questi è rivolgersi a specialisti nel settore che tramite interventi mirati e un’attività di counseling specializzato possono aiutare a rasserenare la situazione.

Quali tipi di relazioni intercorrono tra capo e dipendente

 Secondo un recente sondaggio, sei persone su dieci non sono contente del proprio capo.

Una delle capacità richieste ad un bravo capo è quella di comprendere i bisogni del lavoratore ed essere in grado di fornirgli tutti gli strumenti necessari per agevolarne la crescita professionale. Il lavoratore dal canto suo deve adattarsi e adeguarsi ai bisogni dell’azienda.

Tra capo e dipendente possono esistere due tipologie di relazione:

  • sinergia (cooperazione)
  • antagonismo (opposizione)

Relazione di sinergia

Se tra capo e dipendente esiste una connessione, ciò facilita l’efficacia e il raggiungimento dei risultati. La responsabilità maggiore è del capo che deve fin da subito cercare di creare una sinergia con il dipendente.

Quest’ultimo però, non è esente da responsabilità in quanto deve avere un atteggiamento disposto e aperto a tutti i suggerimenti e consigli che gli vengono offerti. Questo tipo di relazione permette di raggiungere ottimi risultati, in quanto la cooperazione genera maggior produttività aziendale.

Relazione di antagonismo

In caso di antagonismo le relazioni che si creano tra capo e dipendente sono instabili, tese, a volte quasi inesistenti e il raggiungimento degli obiettivi è escluso dal rapporto.

Entrambi i soggetti possono essere i responsabili della creazione di questo problema, infatti quando la situazione diventa insostenibile come in questo caso, la maggior parte delle volte si conclude con il licenziamento oppure con le dimissioni da parte del lavoratore.

Ogni situazione deve essere valutata singolarmente e studiata così da poter formulare un corretto piano operativo dal punto di vista del counseling e attivare tutte le aree possibili a supporto. I welfare specialist sono i professionisti che scendono in campo, in questo tipo di situazioni, al fine di risanare e ristabilire un buon clima aziendale.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *